Login Form

Candele Champion

Le candele Champions tradizionali sono tutte costruite con un guscio zincato resistente alla corrosione. Sono dotate di nucleo (Copper Core) ed elettrodi in materiale molto resistente nel campo dei semiconduttori ad alto voltaggio. Sono conformi a tutti gli standard I.S.O and S.A.E come specificato da tutti i costruttori.

 

Qui a lato è rappresentato uno spaccato di una candela con il dettaglio dei singoli componenti :

Terminal : terminale removibile della candela.Viene connesso alla pipetta, generalmente ogni candela ha il terminale dotato di un adattatore che si svita, in modo da permettere l'adattamento del terminale a più tipi di pipetta. Questo terminale fa parte di un estremo dell'anima metallica della candela, dove all'altro capo si trova l'elettrodo centrale.

Hex :  parte del corpo metallico della candela che permette l'avvitamento sulla testata del motore e il collegamento di un elettrodo a massa

Seat : guarnizione, elemento deformabile, situata tra il corpo metallico e la filettatura dello stesso, evita il trafilamento verso l'esterno dei gas dalla camera di combustione evitando così perdite di pressione.

Copper Core : nucleo di rame

Reach : lunghezza filettatura

Center Electrode : elettrodo positivo

Ground Electrode : elettrodo negativo

Thread Diameter : diametro filettatura

Gap : distanza elettrodo positivo - elettrodo negativo. La distanza degli elettrodi è un parametro di settaggio della candela, l'unico ad essere manipolato dal proprietario. Questo valore deve essere piuttosto preciso, dato che modificandolo si hanno comportamento anche molto differenti, per questo bisogna utilizzare uno spessimetro e verificare che la distanza degli elettrodi sia quella prescritta dal costruttore del veicolo.Condizioni di gap (distanza elettrodi):

  • Gap troppo stretto: la scintilla potrebbe essere troppo debole e/o piccola per incendiare la miscela carburante.
  • Gap stretto: scintilla sempre presente.
  • Gap ampio: la scintilla è piu forte, garantendo una migliore combustione.
  • Gap troppo ampio: difficoltà nello scoccare della scintilla, porta a riduzioni della potenza, soprattutto ad alti regimi.

Il costruttore del veicolo fornisce un range del gap, al cui interno la candela riesce a funzionare a dovere. Generalmente i meccanici installano candele nuove con la distanza (gap) al valore minimo, in modo che con l'usura e la formazione di depositi non perdano subito la loro funzione, ma anzi in un primo momento la migliorino leggermente, così da permettere intervalli fra gli interventi di manutenzione più lunghi.


Elettrodi

Gli elettrodi sono due:

  • Uno centrale (polo positivo) che sbuca dall'isolatore e da dove parte la scintilla elettrica. Con maggiori diametro e lunghezza viene garantita una maggiore durata; restringendo questi valori si ha una maggiore affidabilità nello scoccare della scintilla a svantaggio della durata del pezzo. I motori da competizione utilizzano generalmente candele con elettrodi molto sottili realizzati in leghe speciali.

  • L'altro elettrodo viene saldato o ricavato dal corpo metallico; regolando la sua apertura o chiusura è possibile decidere la distanza dall'altro elettrodo

Il materiale dei elettrodi è molto importante, perché determina le caratteristiche della candela, infatti maggiore sarà la temperatura a cui questo può essere sottoposto, così come la resistenza alla corrosione, in modo da adoperare un diametro minore e piu si avrà una candela per uso sportivo, la quale riesce a entrare rapidamente in temperatura, fornire una scintilla piu costante e resiste alle elevate temperature che generalmente si generano in questi motori e a cui si tengono queste candele, in modo che rimangano piu pulite possibili, in modo da non perdere qualità nella scarica.Gli elettrodi possono essere realizzati in platino: in questo caso la velocità di usura è notevolmente ridotta.


Corpo ceramico (nell'immagine la parte bianca tra il corpo metallico e il terminale)

Tale corpo viene classificato in varie parti:

  • Corpo, costituisce la parte superiore del corpo, realizzato in ceramica a base di ossido di alluminio, presenta il tipico aspetto dotato di risalti circonferenziali smussati.
  • Coste, esse hanno la funzione di incrementare il potere isolante e di impedire che una scarica elettrica si instauri tra il terminale e l'involucro metallico muovendosi parallelamente alla superficie del corpo isolante. Infatti, i risalti allungano il percorso che la scarica dovrebbe seguire e lo rendono tortuoso, in modo da incrementare la resistenza incontrata.
  • Isolatore, costituisce la parte inferiore del corpo ceramico, giunge fino alla base dell'elettrodo centrale ed è quindi all'interno della camera di combustione, per questo deve resistere fino a 1500° C e 60.000 V, le sue misure sono importanti per determinare il grado termico della candela.

Grado termico

Il grado termico della candela è molto importante, perché definisce la capacità della candela di dissipare il calore, che altrimenti porterebbe a un surriscaldamento e a un decadimento delle prestazioni e della vita utile della candela, o a temperature troppo basse dell'elettrodo centrale che comportano un più difficile avviamento a motore freddo e formazioni di depositi sulla candela. Inoltre se la candela non disperde sufficientemente il calore, potrebbe provocare l'autoaccensione della miscela, che in pratica non verrebbe incendiata dalla scintilla ma dal corpo della candela stessa, molto caldo. Il grado termico della candela dipende prevalentemente dall'isolante (porcellana), che impedisce il dissipamento del calore dalla candela alla testata motore. Una candela si dice calda se ha bassa attitudine a disperdere calore, ed è idonea per motori di bassa potenza; si dice fredda se ha alta attitudine a disperdere calore ed è idonea per motori di elevata potenza.
Il grado termico si trova stampato sulla candela. I costruttori per definire la capacità dissipante usano scale differenti: per esempio il costruttore NGK utilizza una scala che all'aumentare del valore, aumenta il potere dissipante della candela (valore alto, candela fredda), mentre i costruttori Bosch e Champion utilizzano una scala inversa (valore alto, candela calda).


Tabella Applicazioni

MODELLO HD ANNO CANDELA DISPONIBILITA'
VRSC 2002-up RA6HC IN ARRIVO
Twin Cam 1580 2007-up RA8HC DISPONIBILI
Twin Cam 1450 1999-2006 RA8HC DISPONIBILI
EVO 1340 1984-1999 RN12YC DISPONIBILI
Sportster 883/1200
1985-2009 RA8HC DISPONIBILI
XR 1000cc 1983-1984 RN7YC A RICHIESTA
XL 1000cc 1979-1985 RL82YC A RICHIESTA
XL 1000cc 1972-1978 RL82YC A RICHIESTA
Shovelhead 1975-1981 RN12YC DISPONIBILI
Shovelhead 1982-1984 RN13LYC A RICHIESTA
MODELLO BUELL ANNO CANDELA DISPONIBILITA'
1125 2008-up G59C IN ARRIVO
XB12R-S-Ss-Scg-STT-X-XT 2004-up RA4HC DISPONIBILI
XB9S-SX 2003-up RA8HC DISPONIBILI
Firebolt XB9R 2002-2007 RA4HC DISPONIBILI
X1 Lightning 1990-2002 RA4HC DISPONIBILI
X1W White Lightning 2002 RA8HC DISPONIBILI
M2 Cyclone 1997-2002 RA4HC DISPONIBILI
Thunderbolt S3-T 1997-2002 RA4HC DISPONIBILI
White Lightning S1 1998 RA4HC DISPONIBILI
Lightning S1 1997-1998 RA4HC DISPONIBILI
S2-T 1996 RA8HC DISPONIBILI

 


Per la ricerca delle candele adatte alla vostra moto, vi rimandiamo alla nostra sezione fitment.

Nella nostra sezione links trovate i links diretti ai siti ufficiali.


 

/
professional joomla template